Home » Archivio » Fascicolo 2/2012

Fascicolo 2/2012

In questo numero:

L. Balbiani – M. Calusio – S. Gilardoni – H.-G. Grüning – E. Longhi – M. A. Rieger – M. Baggio e M. C. Gatti – B. Cambiaghi – E. Galeazzi e C. Molinari – M. Ulrych e M. L. Maggioni – A. Bonola – G. Gobber e F. Missaglia – F.Missaglia


Saggi

DOWNLOAD dell'articolo Indice
DOWNLOAD dell'articolo Laura Balbiani, Der Krieg ist der beste koch. Die Metapher des Essens in Einblattdrucken zur Zeit des Dreissigjährigen Krieges
Diese Fallstudie über Flugblätter aus der Zeit des Dreißigjährigen Krieges (1618-1648) zeigt, anhand zahlreicher Belege, wie die konzeptuelle Metapher des Essens, und insbesondere des Festessens, mit ihren zahlreichen Implikationen dazu geeignet war, einem breiten, nicht unbedingt gebildeten Publikum das extrem verwickelte Kriegsgeschehen näher zu bringen. Dadurch wurden die einzelnen Kriegsereignisse und die Stellung der unterschiedlichen kriegsführenden Parteien thematisiert und in einen umfassenden Deutungszusammenhang gebracht. So entstand ein dichtes Netz von intertextuellen Verweisen, das sich durch die unterschiedlichen Kriegsphasen erstreckt und den facettenreichen Implikationenbündel der Festessens-Metapher kreativ ausschöpft. Dank dieser Metapher, die aus dem Alltag des ‚gemeinen Mannes‘ hergeleitet wird (und sich bewusst seiner dürftigen Kost entgegensetzt) konnte man einen unübersichtlichen, äußerst komplexen Sachverhalt wie den des Dreißigjährigen Krieges auf eine greifbare, oft heilsgeschichtliche Perspektive zurückführen und den heftigen Spannungen jener Jahre Ausdruck verleihen.
DOWNLOAD dell'articolo Maurizia Calusio, “Crudele è la potenza della fame”. Leggendo Tutto scorre di Vasilij Grossman
Nel saggio vengono analizzati i passi della povest’ di V. Grossman Tutto scorre… dove compare il tema del cibo (la sua abbondanza o il suo opposto, la fame, fino alla tragedia della “Grande carestia”). Attraverso il tema del cibo, l’analisi mette in rilievo la compiutezza e la rilevanza artistica di una delle opere più significative dell’autore di Vita e destino, rimasta inedita fino al 1970, e a tutt’oggi ancora poco studiata.
DOWNLOAD dell'articoloSilvia Gilardoni, Parlare di olio. Terminologia della degustazione e tipi di testi
In questo contributo analizziamo la terminologia italiana del settore olivicolo con attenzione ai termini impiegati nella descrizione delle proprietà degustative dell’olio di oliva. Sulla base di un corpus costituito da una documentazione di carattere lessicografico e testuale in lingua italiana presentiamo un’analisi concettuale e terminologica del dominio dell’analisi sensoriale dell’olio. Una parte del lavoro è poi dedicata ad esaminare le modalità espressive e le variazioni terminologiche in tipi di testi specifici della comunicazione di settore, come testi normativi, testi divulgativi con finalità informative e testi promozionali.
DOWNLOAD dell'articoloHans-Georg Grüning, Gastronomische metaphorik und nationalcharakter
Il mangiare è uno dei fattori che servono a caratterizzare, per lo più in maniera spregiativa, una persona o gruppi di persone che hanno abitudini gastronomiche diverse dalle proprie attraverso un nome o nomignolo che si basa su una metafora gastronomica. Partendo da un’analisi linguisticosemantica la ricerca si allarga all’uso della metafora gastronomica nella satira politica (Hogarth, Gillray) e ad autori come Heinrich Heine e Vittorio Imbriani che usano le metafore gastronomiche per descrivere satiricamente e/o umoristicamente gli appartenenti ad altri popoli o gruppi sociali, una tecnica che in tempi di conflitti assume toni polemici e diffamanti.
DOWNLOAD dell'articolo Elisabetta Longhi, Una fame da toro. Riflessioni sull’ ingordigia nella cultura austriaca
L’esperienza del cibo e del suo eccesso è un tema che ha incontrato l’interesse di personalità provenienti da ambiti molto diversi, ciascuna caratterizzata da un motivo dominante nell’espressione del proprio biasimo. Si sceglieranno casi esemplari attinti da uno spazio temporale di più di tre secoli, dal tardo Seicento ai giorni nostri, e attraverso tale excursus si traccerà l’evoluzione del pensiero austriaco su quest’argomento, visto nei suoi risvolti religiosi, morali, psicologici, medici, sociali e anche comico-goliardici. Dall’anatema scagliato contro il peccato di gola nell’omiletica barocca si approderà al concetto di bulimia come malattia da curare.
DOWNLOAD dell'articolo Marie A. Rieger, Il sapore dell’ italia: i nomi delle marche alimentari pseudoitaliane in Germania
La cucina italiana è famosa e apprezzata in tutto il mondo. Per molti, la sua varietà e leggerezza sono l’espressione tangibile della proverbiale gioia di vivere degli italiani, per altri evoca il sole, il mare e le vacanze. Sicuramente tutti concordano sul fatto che la cucina italiana sia sinonimo di bontà e qualità. In Germania, in particolare, la gastronomia italiana può vantare quasi sessant’anni di storia e un fatturato annuale che supera i tre miliardi di Euro. Il successo del mangiare all’italiana si rispecchia anche sugli scaffali dei supermercati che sono pieni di prodotti alimentari tipici della cucina italiana. Ma accanto alle marche BARILLA, BUITONI e LAVAZZA si possono trovare anche gli spaghetti COMBINO, la pizza RIGGANO e il caffè BELLAROM. A differenza dei primi tre nomi, tutte marche tradizionali italiane, gli ultimi tre sono marche commerciali tedesche che hanno l’evidente obiettivo di suggerire l’origine italiana dei rispettivi prodotti. Poiché l’origine italiana è garante di bontà e qualità, anche aziende tedesche cercano di sfruttare il cosiddetto country-of-origin effect. L’analisi linguistica di un corpus di 41 nomi di marche tedesche italianizzanti dimostra che le naming strategies possono essere ricondotte a pochi modelli formativi, il che sembrerebbe violare l’imperativo dell’innovazione e della diversità imposto dalle strategie del marketing. Eppure, i nomi sono perfettamente funzionali: dal momento che corrispondono all’idea che i tedeschi hanno della lingua italiana, come dimostrano degli studi empirici condotti da me, tali nomi sono percepiti come italiani e ai rispettivi prodotti viene attribuita un’origine italiana che funge, a sua volta, da marchio di qualità.
DOWNLOAD dell'articolo Mario Baggio e Maria Cristina Gatti, Rassegna di Linguistica generale
DOWNLOAD dell'articolo Bona Cambiaghi, Rassegna di Glottodidattica
DOWNLOAD dell'articolo Enrica Galeazzi e Chiara Molinari, Rassegna di Linguistica Francese
DOWNLOAD dell'articolo Margherita Ulrych e Maria Luisa Maggioni, Rassegna di Linguistica Inglese
DOWNLOAD dell'articolo Anna Bonola, Rassegna di Linguistica Russa
DOWNLOAD dell'articolo Giovanni Gobber e Federica Missaglia, Rassegna di Linguistica Tedesca
DOWNLOAD dell'articolo F.Missaglia, Recensioni

È possibile scaricare i files della rivista integrale in PDF cliccando qui,  in ePub cliccando qui,  in mobi (formato Kindle) cliccando qui.

Analisi Linguistica e Letteraria Pagina Facebook